Paralleli, giurisprudenze, fori

14.25

Sottotitolo: Scritti storici di Giovanni Manna
Autori: Damiano Iuliano
Collana: IusRegni. Collana di Storia del diritto medievale, moderno e contemporaneo
Numero: 18
Anno: 2023
Pagine: XIV-182

Disponibile

Descrizione

Il Parallelo della giurisprudenza, dalle pagine degli Annali Civili, ed il trattato Della giurisprudenza e del foro napoletano, èditi consecutivamente nella seconda metà degli anni ‘30 dell’Ottocento, realizzano l’affresco storico-giuridico in cui un giovane Giovanni Manna (1813-1865), che sarà poi tra i padri fondatori del diritto amministrativo, ministro e senatore del Regno d’Italia, raffigura una storia del Foro napoletano che finisce per identificarsi con la storia della società meridionale e al contempo delinea l’evoluzione dell’interpretazione giuridica, dottrinale e pratica, del Regno e Viceregno di Napoli. Il Manna Si arresta al limitare dell’attualità borbonica per preservare la dimensione storica, intende rifuggire da valenze propriamente politiche perseguendo il fine di riannodare i legami del pensiero giuridico meridionale e recuperare al corpo eloquente il precipuo passato che gli è proprio, con il riscatto da una giurisprudenza “importata”.

Alligna, nel lungo corso dell’Ottocento, l’idea di una preminenza del sapere storico su quello delle altre discipline, giacché solo tale sapere è ritenuto suscettibile di contemplare le componenti individuali e valoriali della realtà spirituale, in continua trasformazione. Viene altresì recuperata l’idea vichiana che intende i vari momenti del divenire storico quali ipostasi di un principio universale e assoluto, implicito nella storia e realizzantesi attraverso la storia medesima in un ordinato susseguirsi di nessi effettuali. Aspetti, questi, riversati nel nucleo dell’idealismo ottocentesco che trova emersione e rappresentazione anche nell’opera storica del Manna.

 

Damiano Iuliano è autore di vari saggi sulla storia della giurisdizione e dell’avvocatura tra i quali (2022) Calamitas e giurisdizione. Le flessioni del corso giudiziario nelle emergenze sociali; (2022) Avvocati nei moti napoletani del 1820-21; (2018) Patrocinio legale e istituzioni giudiziarie nel Mezzogiorno d’Italia tra riforme francesi e restaurazione; (2014), Avvocati di regime, Avvocati nel regime. L’Avvocatura di fronte al Ventennio fascista. Avvocato cassazionista e Dottore di Ricerca in Storia del Diritto, insegna quale docente incaricato Storia delle Codificazioni presso il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli, svolgendo attività anche a Napoli e a Chieti. È suo, inoltre, il volume sul costituzionalismo tardo settecentesco (2021) Una costituzione per l’Italia. Mimesi e alterità nel progetto di Giuseppe Abbamonte (1797).

Informazioni aggiuntive

Peso 1 kg