Scritti in onore di Aldo Carosi

70.00

N. Pagine: XXXIV-974
Collana: Itinerari di Diritto pubblico e di Finanza pubblica – Collettanee
Anno di pubblicazione: 2021
Materia: Diritto pubblico
ISBN: 979-12-5976-212-2

 

Disponibile

Descrizione

La collana “Itinerari di diritto pubblico e di finanza pubblica” si arricchisce degli “Scritti in onore”. Questo volume raccoglie, infatti, gli “Scritti in onore di Aldo Carosi”, al quale, tra i tanti meriti, si deve quello di aver definito il bilancio un bene pubblico, mettendo in rapporto di causa-effetto i principi costituzionali del diritto del bilancio con la tutela del sistema di welfare sancito dalla costituzione. In sostanza parole come “garantire i livelli essenziali delle prestazioni su tutto il territorio nazionale” enunciate nell’art.117 della Costituzione, con Carosi hanno preso corpo e contenuto divenendo elementi imprescindibili di giudizio, tant’è che, rifiutando l’incasellamento della contabilità in una delle discipline giuridiche tradizionali, ha contribuito, negli anni di permanenza alla Corte costituzionale, a formare una “giurisprudenza sul diritto del bilancio” in cui principi come l’equilibrio di bilancio e la sostenibilità del debito sono stati declinati di volta in volta secondo i principi di ragionevolezza, proporzionalità, uguaglianza… in un costante bilanciamento tra distinti valori costituzionali. Carosi con le sue riflessioni, è riuscito, dunque, a saldare gli originari canoni della contabilità, attualizzandoli al contesto sovranazionale in cui oramai si muove la materia, senza mai cedere acriticamente a quella visione intransigente del mito del pareggio di bilancio e del vincolo numerico del Patto di stabilità e crescita che guidano a livello europeo la finanza pubblica.

Aldo Carosi è Vice-Presidente emerito della Corte costituzionale ed è attualmente direttore della Scuola di alta formazione della Corte dei conti, incarico già coperto nel quadriennio 2001-2005. Membro togato dell’organo di autogoverno della magistratura contabile nel periodo 2005-2009, è stato componente dell’“Osservatorio sulla finanza e la contabilità degli enti locali”, componente del Comitato scientifico presso il MEF per la realizzazione del progetto di aggiornamento sui temi della contabilità pubblica, e membro del Nucleo di valutazione dedicato alla razionalizzazione della struttura del bilancio ed alla metodologia di controllo sui risultati finanziari, patrimoniali ed economici del rendiconto generale dello Stato. Ha dedicato la propria vita professionale alla magistratura, allo studio e all’insegnamento in diverse Università italiane. È autore di numerose monografie e di saggi, che spaziano dai temi più prettamente finanziari e contabili a quelli di etica, di trasparenza, di organizzazione giudiziaria, di contrattualistica pubblica, di usi civici, in una prospettiva dinamica che coniuga passato, presente e futuro in un processo in continuo divenire.