La concezione crociana del paesaggio nel diritto contemporaneo

9.50

Autori: P. Carpentieri, C. Iannello, G. Montedoro
Collana: Questioni contemporanee (nuova serie)
Numero: 55
Anno: 2023
Pagine: 112

Disponibile

ISBN: 979-12-5976-710-3 COD: 979-12-5976-710-3 Categorie: , Tag: , ,

Descrizione

Recensione – La Repubblica, 25 Luglio 2023.pdf

Il volume nasce con l’intento di mettere in luce la perdurante attualità della nozione di paesaggio formulata da Benedetto Croce nella relazione al disegno di legge n. 204 del 1920, presentato dal filosofo quando ricopriva la carica di Ministro dell’Istruzione e contiene le relazioni che i tre autori hanno svolto il 14 dicembre 2022 nell’ambito di un seminario dal titolo «La nozione crociana di paesaggio nel diritto contemporaneo», tenuto per ricordare il centenario dell’entrata in vigore della legge Croce, che fu approvata l’11 giugno 1922, quando il filosofo non ricopriva più la carica di Ministro. La nozione crociana di paesaggio ha posto le basi di tutta la tradizione italiana di tutela, sia del periodo liberale che di quello repubblicano, influenzando non solo la redazione dell’art. 9 della Costituzione ma la stessa vigente nozione di paesaggio fatta propria dal Codice del 2004, che richiama esplicitamente espressioni e concetti formulati dal filosofo nella citata relazione.

Paolo Carpentieri è Consigliere di Stato. Ha ricoperto numerosi incarichi di consulenza legislativa, fra cui si segnalano quello di Capo dell’Ufficio legislativo del Ministero per i beni e le attività culturali e di componente del gruppo di lavoro che ha elaborato i decreti integrativi e correttivi del vigente codice dei beni culturali e del paesaggio. È autore di numerose pubblicazioni scientifiche, molte delle quali dedicate alla tutela del paesaggio.

Carlo Iannello, professore associato di Diritto costituzionale presso l’Università della Campania Luigi Vanvitelli, dove insegna Diritto dell’ambiente, Diritto pubblico dell’economia, Biodiritto. Esperto di servizi pubblici locali e nazionali, di diritti fondamentali, di diritto di autodeterminazione alle cure mediche, del ruolo dello Stato nell’economia ai tempi del neoliberalismo, ha scritto numerosi saggi anche sui temi della tutela dell’ambiente e del paesaggio.

Giancarlo Montedoro è Consigliere di Stato dal 2001, attualmente è Presidente assegnato alla VI Sezione giurisdizionale del Consiglio di Stato, competente in materia di ambiente, tutela del paesaggio e diritto dell’economia. Docente a contratto di Diritto Pubblico dell’Economia presso la LUISS Guido Carli di Roma. Ha ricoperto numerosi incarichi di consulenza legislativa, fra cui si segnalano quello di Capo di gabinetto del Ministro dell’Ambiente e di consigliere giuridico della Presidenza della Repubblica. È autore di numerose pubblicazioni.

 

Recensioni:

Italialibera, 31 agosto 2023

Informazioni aggiuntive

Peso 1 kg