Il silenzio nei procedimenti ad iniziativa officiosa

15.20

Autore: Francesco Follieri
Collana: Contributi di Diritto amministrativo – Studi e Monografie
Numero: 22
Anno: 2023
Pagine: 256

Disponibile

ISBN: 979-12-5976-524-6 COD: 979-12-5976-524-6 Categorie: , Tag:

Descrizione

Secondo le trattazioni tradizionali, nei procedimenti ad iniziativa ufficiosa il privato non può azionare il rimedio avverso il silenzio, anche se interessato all’esercizio del potere. La dottrina più recente pur riconoscendo l’azionabilità del rimedio, muove dall’idea che l’avvio del procedimento d’ufficio sia un potere dell’amministrazione e perciò conclude che il silenzio possa formarsi esclusivamente in relazione alla delibazione sulle condizioni per avviare il procedimento, salvo che l’amministrazione non abbia già effettivamente avviato il procedimento. Il giudice amministrativo estende invece la tutela avverso il silenzio anche a favore dei privati interessati all’esercizio o dall’esercizio di un potere d’ufficio, con poche eccezioni, dichiarando l’obbligo di provvedere, non solo quello di procedere d’ufficio, anche quando l’amministrazione non ha avviato il procedimento. Analizzando il diritto positivo attuale, la ricerca propone una ricostruzione della struttura del procedimento d’ufficio e delle relative situazioni giuridiche soggettive alternativa rispetto a quella tradizionale. Sulla base di questa, lo studio conclude che l’amministrazione non sia titolare di alcun potere di avviare il procedimento officioso, ma che è gravata da un mero dovere di condotta di avviare il procedimento d’ufficio, al ricorrere del fatto rilevante; e individua forme di tutela della pretesa al provvedimento d’ufficio, anche quando l’amministrazione non abbia avviato il procedimento.

Francesco Follieri è professore associato di Diritto amministrativo presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche e per l’Impresa della LUM “Giuseppe Degennaro” di Casamassima (BA). Ha pubblicato la monografia Logica del sindacato di legittimità sul provvedimento amministrativo. Ragionamento giuridico e modalità di sindacato ed è autore di contributi in materia di procedimento e provvedimento amministrativo, organizzazione della p.a., giustizia amministrativa, contratti pubblici, urbanistica e diritto pubblico dell’economia.

Informazioni aggiuntive

Peso 1 kg