La rappresentazione delle tradizioni giuridiche nella pop culture

57.00

Autori: A. Ligustro, R. Tarchi, G.M. Ruotolo, G. Martinico (a cura di)
Collana:
Numero:
Anno: 2023
Pagine: 730

 

Disponibile

ISBN: 979-12-5976-755-4 COD: 979-12-5976-755-4 Categorie: , Tag: , , ,

Descrizione

Il modo in cui un fenomeno (dalla tecnologia alla politica, dalla famiglia al sesso…) viene raccontato nei fumetti, nei blockbuster cinematografici, nelle serie televisive è quello in cui esso è visto dalla stragrande maggioranza delle persone. Entrando nell’immaginario collettivo, esso viene a forgiare la cultura popolare (o pop culture).

Per cultura popolare si intende l’insieme di tradizioni, saperi, idee e usanze, che è tendenza mainstream di un certo contesto e che opera contemporaneamente come uno specchio e come una lampada: riflette le opinioni della gran parte delle persone e, al contempo, le illumina e, così facendo, non solo le rende meglio visibili, ma ne modifica le forme.

Il fenomeno giuridico, nei suoi molteplici aspetti, non è certo escluso da questo processo: il modo in cui il diritto e i suoi operatori – professori universitari, studenti delle facoltà di giurisprudenza, avvocati, magistrati, forze di polizia – sono riflessi e illuminati dall’immaginario collettivo della pop culture coincide, infatti, con il modo in cui essi vengono percepiti dalla gente comune.

Questo volume, frutto della collaborazione di un nutrito gruppo di studiosi e appassionati con sensibilità e competenze diverse, si interroga, quindi, su come le tradizioni giuridiche siano raccontate, utilizzate, filtrate nella narrazione di fenomeni popolari come i comics della Marvel (SpidermanX-MenDaredevil) e di Batman; i fumetti di Tex WillerMarjane Satrapi Zerocalcare; i manga Death Note, One Piece e L’attacco dei giganti; la fantascienza di Star Wars e Star Trek e quella dei robottoni anni ’70, come Goldrake e Mazinger; il mondo magico di Harry Potter; note serie televisive come Sex and the CityThe Handmaid’s TaleHouse of CardsBetter Call Saul, Game of Thrones, Suits, How to Get Away with Murder, Futurama, The Boys.

 

Aldo Ligustro è ordinario di Diritto internazionale nel Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Foggia. È attualmente: membro del Consiglio direttivo dell’Associazione di Diritto pubblico comparato ed europeo (DPCE); uno dei vicedirettori dell’omonima rivista (Diritto pubblico comparato ed europeo); Presidente della Fondazione dei Monti Uniti di Foggia.

Rolando Tarchi è ordinario di Diritto pubblico comparato nel Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Pisa. È presidente dell’Associazione di Diritto pubblico comparato ed europeo e membro dell’International Academy of Comparative Law (IACL).

Gianpaolo Maria Ruotolo è ordinario di Diritto internazionale nel Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Foggia. Ha conseguito il dottorato di ricerca nell’Università degli Studi di Napoli “Federico II” ed è avvocato abilitato al patrocinio dinanzi alle giurisdizioni superiori. È stato visiting nel King’s College London e nell’Institute of advanced legal studies di University of London. I suoi lavori sono reperibili su gianpaolomaria ruotolo.academia.edu.

Giuseppe Martinico è ordinario di Diritto pubblico comparato alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. È stato anche Max Weber Fellow presso lo European University Institute di Firenze e Garcia-Pelayo Fellow presso il Centro de Estudios Políticos y Constitucionales di Madrid. Si occupa di diritto costituzionale europeo, federalismo comparato e diritto pubblico dell’Unione europea.

Informazioni aggiuntive

Peso 1 kg