Le sfide dell’Unione europea a 60 anni dalla Conferenza di Messina

26.60

N. Pagine: 368
Collana: Ordine Internazionale e Diritti Umani – Quaderni
Anno di pubblicazione: 2016
Materia: Diritto internazionale

 

Disponibile

ISBN: 978-88-6342-962-6 COD: 978-88-6342-962-6 Categorie: , Tag:

Descrizione

La Conferenza di Messina del 1955 dei Ministri degli esteri della Comunità Europea del Carbone e dell’Acciaio (CECA) ha rappresentato un momento fondamentale del processo di integrazione europea culminato nel 1957 con la firma dei Trattati di Roma che hanno istituito la Comunità Economica Europea (CEE) e la Comunità Europea per l’Energia Atomica (CEEA o Euratom).

A sessant’anni dalla Conferenza di Messina, l’opera ha per oggetto le sfide che si pongono oggi all’Unione europea, che vengono analizzate sia dal punto di vista degli sviluppi politico-istituzionali che dei diritti garantiti dall’ordinamento UE. In particolare, nella prima parte, l’analisi si concentra sul rapporto tra la prospettiva federale di sviluppo del processo di integrazione europea e la prevalente logica intergovernativa, quindi sui non sempre semplici rapporti tra l’Unione europea e le Nazioni Unite, nonché sull’analisi degli sviluppi di alcune politiche dell’UE, come la politica marittima integrata. La prima parte dell’opera si conclude con l’esame delle influenze esercitate dall’ordinamento giuridico UE nell’ordinamento italiano, con particolare riferimento ai profili di diritto amministrativo. La seconda parte, concernente l’Europa dei diritti, si occupa dell’evoluzione della tutela dei diritti fondamentali nell’UE, dello sviluppo del concetto di cittadinanza europea, nonché di diversi aspetti concernenti la politica europea d’immigrazione. Una particolare attenzione è assegnata, in tal senso, al sistema Dublino III e alle critiche degli Stati membri, nonché ai meccanismi di attribuzione della protezione internazionale, alla disciplina sull’integrazione dei soggiornanti di lungo periodo, alle politiche di integrazione dei lavoratori altamente qualificati ed alla legittimità delle misure restrittive antiterrorismo adottate dalle istituzioni UE.

Lina Panella è Professore ordinario di Diritto internazionale presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Messina ed è titolare degli insegnamenti di Diritto internazionale e di Organizzazione internazionale e tutela dei diritti umani. È coordinatore del curriculum “Ordine internazionale e diritti umani” del Dottorato di Ricerca in “Diritto pubblico, comparato e internazionale” dell’Università Sapienza di Roma. È Direttore del “Corso di preparazione ai concorsi per la carriera diplomatica e per le organizzazioni internazionali”, presso l’Università degli Studi di Messina. È condirettore della rivista online “Ordine internazionale e diritti umani” e autrice di numerose pubblicazioni in materia di diritto internazionale pubblico e di diritto dell’Unione europea.

Informazioni aggiuntive

Peso 1 kg